martedì 4 marzo 2014

Poltrone di Stato: 350 da far girare. Guarda chi c’è seduto ora

Poltrone di Stato: 350 da girare. Guarda chi c’è seduto ora. Dall’Enel alle Poste, da Finmeccanica all’Eni, giù giù fino a tutte le cariche nelle società pubbliche, ci sono 350 nomine pubbliche in scadenza (leggi qui l’elenco completo di tutti i consigli di amministrazione in scadenza redatto dal ministero dell’Economia): 350 manager, tra presidenti, amministratori, consiglieri la cui scelta è prerogativa del Governo.  Un primo vero test per verificare l’attendibilità di Matteo Renzi che punta a un rinnovamento profondo, a partire dal merito e da una rotazione sistematica (cariche limitate a due mandati triennali, ma le società quotate in Borsa potrebbero non accettare la sostituzione di chi ha garantito profitti).

Enel. E’ la fetta più grossa: bisogna rinnovare 74 consiglieri di amministrazione delle 9 holding, a partire dall’amministratore delegato Fulvio Conti.
Benzina aumenta di 0,34 centesimi. Ritocco accise e Iva
Anas. 43 nomine. Scadono 5 consigli di amministrazione delle partecipate: presidenti Luigi CelloriAldo MantoTiziano BemboSamperiGiuseppe Cerruti.
Cassa Depositi e Prestiti. 51 poltrone delle società partecipate vanno rinnovate, comprese quelle del Fondo italiano d’investimento. Terna, con l’ad Flavio Cattaneo, Fintecna e Fondo Strategico Italiano.
Finmeccanica. 35 nomine. Scade anche il presidente Gianni De Gennaro.
Eni. 29 nomine. Paolo Scaroni, ad, ha oltrepassato il limite temporale (ma la sua conferma è data per probabile). Con lui anche il consigliere Mario Resca.
Poste. 29 nomine. Presidente Giovanni Ialongo, ad Massimo Sarmi.
Ferrovie. 24 nomine. L’ad Mauro Moretti era scaduto un anno fa ma era stato riconfermato. Scade il presidente Lamberto Cardia e il suo vice Paolo Torresani.
Enav. Il presidente è Massimo Garbini.
Invitalia. 15 nomine. Presidente Francesco Samengo.
Consap. Il presidente è l’ex ragioniere generale dello Stato Andrea Monorchio.
Italia Lavoro. Scade il consiglio presieduto da Paolo Reboani e dove siede Maria Lucia Galdieri, assessore al Lavoro e alla Pace alla Provincia di Napoli.
Scadono i consigli delle società direttamente partecipate dal Tesoro (oltre Eni, Enel, Enav, Finmeccanica): ARCUS, CONSAP, ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO, RETE AUTOSTRADE MEDITERRANEE, SOGESID.
fonte: http://www.blitzquotidiano.it/economia/poltrone-di-stato-350-da-girare-guarda-1803637/

Nessun commento:

Posta un commento