mercoledì 5 novembre 2014

Farmaci online, un traffico (…e spesso una truffa) da 200 mld. Il Viagra tira più della cocaina !!

.Viagra, antitumorali, antidepressivi e pillole illegali. Ogni anno il traffico di farmaci frutta affari per circa 200 miliardi di euro. L’allarme dei Nas: “Aumentati esponenzialmente i traffici online e i furti di medicinali costosiin ospedali e farmacie”. Un business che tira più della cocaina e che causaun milione di morti in tutto il mondo…

L’allarme è stato lanciato dal generale dei Nas Cosimo Piccinno. “Negli ultimi due anni c’è stato un aumento esponenziale di traffici online e furti in ospedale”. Il business “è in continuo aumento” e garantisce margini di guadagno superiori in rapporto, ad esempio, al traffico di droghe. I più ‘redditizi’ sono i farmaci antitumorali: “Un chilogrammo di farmaci antitumorali monoclonali”, ha affermato il generale dei Nas, “ha un costo di 8-200 milioni di euro nel mercato legale; lo stesso quantitativo venduto illegalmente garantisce un guadagno cash pari almeno alla metà di tale importo”.
L’interesse criminale verso tale settore è dunque crescente: un euro investito in cocaina, ha sottolineato Piccinno, ne rende infatti 16; al contrario, 60 euro impiegati in principi attivi ne rendono almeno 150 mila. Pertanto la stima è che nella filiera dei farmaci contraffatti il rapporto di investimento sia pari a un euro a 2.500.
E il fenomeno può rivelarsi particolarmente pericoloso per gli anziani che, in vari casi, dalla rete ricercano soprattutto medicinali quali il Viagra, allettati, probabilmente, anche dal prezzo: in farmacia questo farmaco costa infatti circa 15 euro, contro gli 0,60 centesimi sul web. Ma Piccinno mette in guardia dai pericoli per la salute: “Utilizzando questo tipo di farmaco “fai-da-te“, il rischio di infarto e patologie cardiache è elevatissimo”. E proprio rimanendo in tema, si continuano a registrare furti di medicinali. L’ultimo episodio a Roma, dove un gruppo di criminali si è introdotto nel deposito di una farmacia portandosi via un intero stock di Viagra dal valore complesso di 150 mila euro

Fonte: affaritaliani.it

Nessun commento:

Posta un commento